Assist
Logo EU Logo Repubblica Italiana Logo Regione Toscana Logo PorCreo
Logo Boehringer
Logo Caen Rfid
Logo Explora
Logo Planet
Logo Project
Logo Tognozzi

RFID


Con l’acronimo RFID – UHF (che sta per Radio Frequency Identification in banda UHF) si fa riferimento ad appositi dispositivi in grado di identificare un dato prodotto leggendo a distanza le informazioni registrate su speciali supporti informatici (tag). Il vantaggio rispetto ai tradizionali sistemi di lettura di codici a barre è che non è necessario il contatto fisico tra lettore e dispositivo contenente le informazioni, poiché esse vengono tele-trasmesse mediante onde radio.

L’ aspetto di novità dell’ architettura Assist sotto questo profilo non consiste tuttavia nell’ utilizzo della tecnologia RFID, bensì della possibilità di operare nelle bande di frequenza UHF (ovvero, Ultra High Frequency, compresa tra 300 MHz e 3 GHz). Numerosi sono i vantaggi dei sistemi che operano in UHF rispetto a quelli che operano in LF (Low Frequency, tra i 3 ed i 30 KHz) e HF (High Frequency, tra i 3 ed i 30 MHz):


  1. "tag" (etichette elettroniche) passivi: vale a dire senza bisogno di alimentazione a batteria, estremamente leggeri, di basso costo e facilmente leggibili ed aggiornabili;
  2. distanza di lettura elevata: con le normative europee e tag UHF passivi si opera in un intervallo compreso tra 3 e 8 m;
  3. velocità di lettura elevata: possono essere letti tag in movimento fino a 300 Km/h;
  4. protocollo anticollisione: estremamente efficiente e capace di consentire la lettura di moltissimi tag contemporaneamente;
  5. basso costo dei tag: attualmente è dell’ordine di 8-9 centesimi di euro, ma nel prossimo futuro sarà estremamente più basso (dell’ordine del centesimo di euro). Ciò rende possibile la sostituzione delle usuali etichette a prezzi sostenibili.

La tecnologia descritta si avvale di una infrastruttura strutturata composta da elementi fra loro complementari:


  • carrelli intelligenti: si tratta di carrelli ospedalieri dotati di sistemi di comunicazione wireless e display interattivi touch screen. Ogni carrello fornisce, al personale infermieristico abilitato, le indicazioni necessarie per completare correttamente il caricamento dei medicinali secondo le indicazioni terapeutiche fornite via wireless dal sistema GTG (vedi sotto). Ciò consente di supportare il personale riducendo fortemente i rischi di errore (il carrello verifica la presenza dei medicinali effettivamente necessari, verifica che quelli caricati non siano scaduti, segnala eventuali discrepanze) e fornisce anche una certificazione di corretto svolgimento delle operazioni da parte del personale stesso. Il personale, infatti, convalida l’avvenuta procedura di caricamento mediante l’uso incrociato di tecnologie smart card e riconoscimento biometrico dell’impronta (in maniera rispettosa della privacy poiché i dati biometrici risiedono nella smart card in dotazione al personale stesso). Durante questa fase vengono anche trasmesse al carrello tutte le informazioni relative alle terapie per ciascun paziente, nonché le altre informazioni potenzialmente utili sui vari farmaci caricati, sui loro dosaggi e posologie, sulle interazioni, ecc. Tali informazioni sono a disposizione del personale infermieristico che può visualizzarle sullo schermo del carrello in caso di necessità. A convalida avvenuta, il carrello registra i dati relativi ed elabora i percorsi, fornendo suggerimenti a chi deve effettuare la somministrazione dei farmaci. I carrelli intelligenti, inoltre, sono in grado di riconoscere automaticamente predefinite posizioni all'interno delle strutture sanitarie, registrando tempi e durate delle soste in ciascuna postazione, in modo da ricostruire una mappa di tutti gli spostamenti effettuati durante le varie fasi della somministrazione dei medicinali ai pazienti. Tali informazioni sono trasmesse in tempo reale (oppure al momento in cui il carrello ritorna nella sua postazione di stazionamento), alla CO in modo da costituire uno storico per la identificazione di eventuali colli di bottiglia e per lo studio del miglioramento delle prestazioni complessive;

  • dispensari intelligenti: sono armadi per uso ospedaliero dotati di apparati RFID – UHF per il riconoscimento automatico dei medicinali presenti al loro interno, pronti per il prelievo ed il caricamento sui carrelli. Possono contenere sia confezioni di farmaci, che farmaci monodose e dispositivi medici. I dispensari sono distribuiti nei vari reparti e consentono di inventariare in tempo reale tutti i medicinali in essi contenuti, nonché di segnalare la presenza di farmaci scaduti od in scadenza con il relativo periodo residuo di utilizzabilità;
  • Centrale Operativa (CO): costituisce il cuore del sistema ed il suo compito è supervisionare in tempo reale tutte le fasi del processo sanitario-terapeutico; registra e processa tutti i dati derivanti da carrelli, dispensari e sotto-sistema GTG, provvedendo a fornire il feedback appropriato;
  • Gestione dei Trattamenti Giornalieri (GTG): è il sottosistema di Assist che consente l’ inserimento e la consultazione, tramite dispositivi fissi (PC) o mobili (es. tablets), le prescrizioni mediche formulate elettronicamente. Il sistema GTG, interagendo con i carrrelli, fornisce indicazioni sulla localizzazione dei dispensari che contengono i farmaci necessari al caricamento.

L’ automatizzazione dell’ interazione tra carrelli, dispensari, prescrizioni e Centrale operativa riduce fortemente la possibilità di errori umani ed al contempo consente il tracciamento delle varie sotto-attività del ciclo delle terapie e di chi le sta svolgendo.

I principali benefici derivanti dall'architettura proposta nel progetto ASSIST sono:


  1. registrazione elettronica degli spostamenti dei farmaci e dei carrelli;
  2. ottimizzazione del processo di distribuzione e dell’inventario;
  3. controllo degli accessi al prelievo mediante riconoscimento biometrico dell’operatore;
  4. tracciamento in tempo reale dei medicinali e dei dispositivi medici e statistiche sul loro utilizzo;
  5. riduzione degli errori relativi a scambio di farmaco e ad incompatibilità fra farmaci;
  6. determinazione delle scorte in tempo reale;
  7. generazione di report e statistiche sui consumi reali (per tipo di farmaco, per reparto, per centro di costo, per paziente, ecc.).